Cos'è NutritioNews


"Un intervento nutrizionale basato sull'evidenza è ciò che distingue una terapia da una buona terapia"

Nutritionews è il portale dedicato a te che sei specialista della Nutrizione. Nasce per fornirti le conoscenze in nutrizione più aggiornate e di alto valore scientifico (Evidence Based Medicine) per la cura dei tuoi pazienti.

Vantaggi:

  • Potrai consultare e scaricare gratuitamente le evidenze scienfiche di più elevata qualità sugli argomenti nutrizionali di tuo interesse.
  • Offrirai ai pazienti con le terapie più efficaci.

  • Restarai aggiornato, ricevendo costantemente e gratuitamente le ultime e più rilevanti acquisizioni in ambito nutrizionale.
  • Accrescerai il tuo valore di specialista della nutrizione.

Cenni storici

La medicina basata sulle evidenze ha conquistato grande rilevanza presso i professionisti della salute nell'ultimo quarto di secolo. Il precursore fu l'epidemiologo inglese, Sir Archibald Cochrane, a fine anni '80, che propose di sostituire la visione del sapere bio-medico basata sull’autorità del medico, con una basata sui risultati di una critica osservazione scientifica.


La definizione di EBM: “...un approccio sistematico alla soluzione di un problema clinico che consenta l’integrazione delle migliori evidenze disponibili dalla ricerca con le competenze cliniche ed i valori del paziente” (D. Sackett)[2]. Questa definizione accorpa gli aspetti chiave della pratica clinica: le scelte devono essere orientate dai risultati della ricerca e adattati alla persona, nel pieno rispetto dei valori e preferenze del paziente.

L'EBM nella nutrizione clinica

Per applicare il metodo EBM alla nutrizione clinica occorre seguire un percorso (Sackett, 1995) articolato in cinque stadi successivi:

  1. Formulazione del quesito clinico
  2. Ricerca delle evidenze
  3. Ri-formulazione critica delle evidenze
  4. Applicazione delle evidenze
  5. Valutazione dei risultati.

La medicina basata sulle evidenze non si limita alla lettura di un articolo. Essa deve basarsi su l’uso di algoritmi in grado di valutare le probabilità di beneficio e di danno, derivate da una ricerca di elevata qualità su campioni di popolazione, per favorire il processo di decisione clinica nella diagnosi, e nel trattamento dei singoli pazienti [3].

La gerarchia delle evidenze

Uno dei fondamenti dell’EBM è il concetto di “gerarchia delle evidenze”, rappresentato graficamente con una piramide (Tab. 1).
Alla base della piramide si trovano le evidenze più basso valore: la sperimentazione sugli animali ed il “parere di esperti”. All'apice si pone il livello più elevato di evidenze: revisioni sistematiche e metanalisi, da cui provengono le linee guida per le professioni sanitarie. L'orientamento professionale di un Nutrizionista deve essere basato su quanto presente al livello più alto della piramide delle evidenze.

Qualunque patologia va trattata con terapie di evidenza posta al livello più alto della piramide. Seguire evidenze di basso livello, se esistono evidenze in livelli superiori, prefigura un intervento eticamente e deontologicamente scorretto, in grado di generare rischi per la salute, tanto da poter ricevere accusa di malpractice.

La piramide delle evidenze

La piramide delle evidenze è uno strumento chiaro ed immediato che ti permette di identificare la qualità delle ricerche proposte.

Il Nutrizionista che vorrà navigare su "Nutritionews", troverà nei vari articoli un colore e una sigla che corrispondono ad uno dei livelli presenti nella piramide.

Scopri i criteri a cui si ispira il servizio

Cosa trovo
Si tratta di letteratura scientifica “open access”, di libera e gratuita consultazione da parte dell’utente
Le linee guida
Metodo
Scala di valori
Alternativa alle linee guida
Divergenze fra linee guida
Fonti
©2019 Centro di Riabilitazione Nutrizionale. All Rights Reserved. Designed By Jaweb.it

Search