Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A cura di:

Dott. Francesco Iarrera - Responsabile regionale UOL - AIDAP


Viviamo in un’era in cui l’uomo, ad ogni latitudine, ha imparato a governare il luogo in cui vive. È riconosciuto che l’evoluzione abbia conferito alla nostra specie lo scettro di comandante supremo dei territori e dei mari di questo pianeta. Forse è anche per questo che quando si viene a contatto con una persona che, evidentemente, persiste in comportamenti non salutari, la prima cosa che viene da dirgli è: “ma perché continui a farlo se sai che ti danneggia la salute?”. Ancor più evidente tutto questo è quando l’argomento è il peso, o meglio, la perdita di peso. Tutti a dire mangia meno, impegnati, tutti a tenere alto il vessillo del “volere è potere!”. Ma è davvero cosi? Ma perché mangiamo ciò che mangiamo? Cosa influenza le nostre scelte?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A cura di:

Dott. Francesco Iarrera - Responsabile regionale UOL - AIDAP


È noto che l’età media di insorgenza di un disturbo alimentare si sia notevolmente abbassata. È sempre più frequente incontrare in ambulatorio ragazzine di 10-12 anni con una estrema preoccupazione per il proprio peso o la forma del corpo.
A confermare questi dati ci ha pensato una recente indagine condotta dal Centro di Riabilitazione Nutrizionale, il cui responsabile, Dott. Francesco Iarrera, ci illustra i risultati.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A cura di:

Dott. Francesco Iarrera - Responsabile regionale UOL - AIDAP


Fra le persone che hanno bisogno di ridurre il proprio peso è comune identificare alcuni errori di ragionamento che possono compromettere il buon esito del programma.

Si tratta di pensieri definiti “ingrassanti”, proprio per la loro capacità d’influire negativamente su un programma per perdere peso. Un pensiero “ingrassante”, appena prodotto, è in grado di attivare una serie di emozioni e comportamenti, del tutto dissonanti da un atteggiamento proficuo allo scopo di dimagrire.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A cura di:

Dott. Francesco Iarrera - Responsabile regionale UOL - AIDAP


I genitori hanno frequentemente una percezione errata riguardo la salubrità di alcune bevande di uso quotidiano che storicamente godono di una buona fama.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A cura di:

Dott. Francesco Iarrera - Responsabile regionale UOL - AIDAP

Dott. Antonio Faillaci - Responsbile centro "Metamorfosi"


Premessa
La prestigiosa Academy of Nutrition and Dietetics ha recentemente pubblicato sulla propria rivista una revisione non sistematica della letteratura più recente sul digiuno intermittente.
La pratica del digiuno intermittente non rappresenta una novità assoluta, poiché presente, già in epoche passate, in alcune culture e religioni, in risposta a principi di ordine filosofico e, appunto, religioso.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A cura di:

Dott. Francesco Iarrera - Responsabile regionale UOL - AIDAP


Nell’ultimo decennio si è sviluppata una corrente ideologica riguardante la corretta alimentazione, con lo scopo di arginare e prevenire i danni legati ad uno scorretto stile alimentare. Le paure legate al cibo sono tante: dalla contaminazione batteriologica all’aumento di peso, passando per l’ecosostenibilità.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A cura di:

Dott. Francesco Iarrera - Responsabile regionale UOL - AIDAP


Premessa
È noto che il sovrappeso sia la condizione patologica più diffusa tra le popolazioni occidentali, tanto da essere considerata, a giusta ragione, una vera “epidemia globale”. Stime epidemiologiche derivate dall’indagine Multiscopo, dell’Istat, del 2009, rilevano che, in Italia, nel periodo 2001-2009, si sia osservata una aumentata incidenza relativa sia alle persone in sovrappeso, passando dal 33,9% nel 2001 al 36,1% nel 2009, sia quella relativa all’obesità franca, passata dall’8,5% nel 2001 al 10,3% nel 2009. Secondo i dati raccolti nel 2010 dal sistema di sorveglianza Passi, il 32% degli adulti risulta in sovrappeso, mentre l’11% è obeso: complessivamente, quindi, quasi la metà (43%) sono in eccesso ponderale.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

"Crescere in salute, con gusto!" è il programma di gruppo proposto presso il Centro di Riabilitazione Nutrizionale, per bambini con problemi di peso.
Il programma si discosta dai classici approcci di terapia. È un percorso di modificazione dello stile di vita in cui il bambino è coinvolto in laboratori del gusto ed attività mirate ad indurre un cambiamento delle proprie abitudini.
Il progetto della durata di sei mesi, è rivolto ai bambini di età compresa tra 6 e 10 anni in stato di eccesso ponderale.

Per iscriversi al programma o per avere maggiori informazioni, clicca qui.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A cura di:

Dott. Francesco Iarrera - Responsabile regionale UOL - AIDAP


Premessa

Abbiamo effettuato una valutazione retrospettiva dei pazienti (n.49), afferenti ai nostri centri, che hanno ultimato il nostro protocollo di terapia “In viaggio verso un peso salutare”, un programma basato sulla teoria cognitivo-comportamentale. I pazienti sono stati osservati dall’inizio del programma fino a un follow-up di un anno.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A cura di:

Marcello Ticca - libero docente in Scienza dell’alimentazione


l mese di  luglio e agosto 2015 il Ministero della Salute ha rinnovato – per l’ennesima volta dagli anni ’80 – il divieto di prescrivere (per il medico) e di preparare (per il farmacista) capsule contenenti miscele dimagranti, ottenute utilizzando otto sostanze ben identificate, a cui spesso si ricorre per queste combinazioni e che già in passato avevano provocato, usate insieme, conseguenze dannose.

In breve su di noi

Da quindici anni il Centro di Riabilitazione Nutrizionale offre protocolli all'avanguardia per curare i disturbi alimentari e l'eccesso di peso in adulti e bambini. In questo tempo abbiamo curato oltre mille pazienti.